ORDINI E ASSISTENZA
+39 379 1190202
Carrello0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
Precedente

Brunello di Montalcino DOCG 2014 - Mastrojanni

Precedente

I Sodi di San Niccolò Toscana IGT MAGNUM 1,5 lt Cassa Legno 2016 – Castellare di Castellina

I Sodi di San Niccolò Toscana IGT 2016 – Castellare di Castellina

Castellare di Castellina

Breve descrizione

E’ il vino simbolo dell’Azienda Castellare di Castellina, il connubio perfetto tra Sangioveto (clone di Sangiovese selezionato dall’Agronomo Attilio Scienza) e Malvasia Nera, nel grande terroir della Vigna San Niccolò, nel cuore del Chianti Classico. Ha vinto unna serie incredibile di concorsi e ricevuto infiniti riconoscimenti. Bottiglie perfette da bere subito, un tesoro nascosto da conservare nella tua cantina.

Disponibilità: Disponibile a casa tua in 2 gg lavorativi. Spedizione GRATIS per ordini superiori a 89€.

Solo 3 rimasti

Prezzo di listino: 81,00 €

Special Price 74,00 €

Ulteriori informazioni

Regione Toscana
Formato 0,75 LT
Anno 2016
Gradazione 14,00%
Temperatura Servizio 16-18 gradi
Tempo Conservazione Fino a 20 anni
Vinificazione Affinamento per 24 mesi in barriques per il 50% nuove ed affinamento in bottiglia per 12 mesi.
Uvaggio 90% Sangioveto 10% Malvasia Nera
Premi No
Abbinamento Primi piatti importanti e bistecca alla fiorentina.
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Quality
Value
Price
L’azienda Castellare di Castellina nasce dall’unione di quattro poderi: Castellare, Caselle, San Niccolò e Le Case. L’artefice è Paolo Panerai, il cui sogno era quello di produrre vini senza compromessi, di assoluta qualità. Correvano gli anni ’70 e la zona è quella del Chianti Classico. Nel tempo hanno collaborato con l’azienda i migliori tecnici enologici: da Attilio Scienza, grande agronomo che ha attuato la prima selezione scientifica dei cloni del Sangiovese (qui chiamato Sangioveto), all’Enologo di fama mondiale Emile Peynaud, per l’introduzione all’utilizzo delle Barriques.

Spesso comprati insieme