Gavi di Tassarolo DOCG Fornaci 2019 – Castellari Bergaglio

Prezzo speciale 10,30 € Prezzo predefinito 12,00 €
Disponibile e spedito a casa tua in 24-48 ore
Solo 1 rimasto/i

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Regione Piemonte
Formato 0,75 LT
Anno 2019
Gradazione 13,50%
Temperatura Servizio 8-10 gradi
Tempo Conservazione Fino a 8 anni
Vinificazione Pressatura soffice, lenta fermentazione a temperatura controllata per circa 20 giorni, imbottigliamento tra febbraio e marzo, affinamento in bottiglia per alcuni mesi prima della commercializzazione.
Uvaggio 100% Cortese di Gavi
Premi I vini Castellari Bergaglio sono recensiti molto positivamente sulle principali guide: Gambero Rosso - Vini d'Italia, I vini di Veronelli, Slow Wine.
Abbinamento Come aperitivo, servito molto freddo, oppure a tavola a circa 10 gradi, con primi piatti della tradizione piemontese e ligure, come tajarin al tartufo e pasta al pesto, secondi delicati a base di pesce e carni bianche, formaggi freschi, anche di capra.
Altre curiosità
I vigneti Fornaci in Comune di Tassarolo, di proprietà dell’azienda, sono così chiamati per la fornace di mattoni che un tempo esisteva al loro posto: qui il suolo rossiccio, ricco di argilla e ferro, è habitat ideale per le uve Cortese, che Castellari Bergaglio coltiva secondo avanzate tecniche di agricoltura biologica. Fornaci è un bianco molto elegante, dall’ampio bouquet di fiori e frutti bianchi, con note di agrumi ed erbe di campo. Al palato si ritrovano le sensazioni olfattive fruttate e floreali, con finale lungo e persistente. E' un ottimo aperitivo e un ideale accompagnamento a piatti piemontesi e liguri, come i tajarin al tartufo e la pasta al pesto.
Descrizione produttore
Le origini dell’azienda risalgono alla fine del 1800: oggi come allora Castellari Bergaglio segue direttamente ogni fase della produzione, concentrandosi nella coltivazione del vitigno Cortese. La passione e il rispetto per il territorio si traduce nella valorizzazione del patrimonio qualitativo e culturale del Gavi, grande vino bianco in una regione di grande tradizione enologica. Nel 2014 è avvenuta la conversione all’agricoltura biologica dell’azienda .
Abbiamo trovato altri prodotti che ti potrebbero interessare!