Incanto Grecanico IGT Terre Siciliane 2022

Sconto 15%

Disponibile e spedito a casa tua in 24-48 ore
Il prodotto è disponibile per un ordine pari o superiore a 3 pezzi.
Disponibilità : Immediata
Uvaggio : 100% Grecanico dell'Etna
Gradazione : 12,50%
Anno : 2022
Formato : 0,75 LT
Temperatura Servizio : 8-10 gradi
Ordina per telefono

Regione: Sicilia

Formato: 0,75 LT

Anno: 2022

Gradazione: 12,50%

Temperatura Servizio: 8-10 gradi

Tempo Conservazione: Fino a 9 anni

Vinificazione: Macerazione pellicolare a freddo per 18 ore, lieve pressatura a freddo, maturazione per almeno 3 mesi in barriques nuove e usate, affinamento in bottiglia.

Uvaggio: 100% Grecanico dell'Etna

Abbinamento: Tonno, polpo, ricci di mare, crudi o cucinati secondo la miglior tradizione gastronomica siciliana.

Solfiti: Contiene solfiti

Sede cantina: Via Piano Forno SS 113 Km 18,800, 98163 Mezzana, Messina ME

Un piccolo vigneto di proprietà posto sull'Etna a milleduecento metri produce le uve Grecanico per Incanto, il bianco di Enza La Fauci che trae l'intensa mineralità dal suolo vulcanico e dalle marcate escursioni termiche che si verificano a questa rilevante altitudine. La raccolta manuale si svolge nel mese di novembre con attenta selezione dei migliori grappoli, la fermentazione avviene senza aggiunta di lieviti e l’affinamento, condotto per alcuni mesi in barriques di rovere, continua dopo la messa in bottiglia. Incanto rivela un colore paglierino sfumato di verde, profumi di frutti ed erbe mediterranee, e al palato buona freschezza e acidità. Un bianco elegante e longevo, da non perdere con i più succulenti piatti di mare della cucina siciliana.

Dopo anni di lavoro nella distilleria di famiglia, innamoratasi gradualmente e fatalmente della viticoltura e del vino, Enza La Fauci dà vita nel 2004 alla Tenuta che volutamente battezza con il suo nome, per sottolineare il totale coinvolgimento e la personale responsabilità in questa avventura. Il vigneto, compreso nella Doc Faro, si trova su un terreno di famiglia posto alle pendici dei Monti Peloritani, di fronte al mare, in corrispondenza del Capo Peloro, punta Nord della Sicilia Orientale. Una terra dal suolo argilloso e calcareo, dove i venti che soffiano costanti impediscono il formarsi di muffe sulle uve e trasportano alle vigne l'aria che arriva dal mare. Le uve autoctone Nerello mascalese, Nerello cappuccio, Nocera Nero d’Avola, Grecanico dell’Etna e Zibibbo, coltivate senza impego di additivi o diserbanti, sono raccolte esclusivamente a mano, con selezione dei migliori grappoli già in fase di vendemmia. L’intero lavoro in vigna e in cantina è seguito da uno staff competente ed affiatato, e porta alla nascita di vini di altissimo livello, che esprimono la bellezza, l'anima, il calore e la passione della terra di Sicilia.