Se non puoi uscire, stappa a casa!
In questi giorni garantiamo le spedizioni regolarmente
.

ORDINI E ASSISTENZA
+39 379 1190202
Carrello0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
Precedente

Moscato Spumante Dolce - Cà di Rajo

Precedente

Epsilon Wine Luxxo Spumante Brut - Cà di Rajo

Epsilon Wine Pinot Grigio Rosè Spumante Extra Dry - Cà di Rajo

Ca' di Rajo

Disponibilità: Disponibile a casa tua in 2 gg lavorativi. Spedizione GRATIS per ordini superiori a 89€.

11,20 €
Il prodotto è disponibile per un ordine pari o superiore a 6 bottiglie.

Breve descrizione

Vitigni storici interpretati in chiave contemporanea, qualità ineccepibile in una veste giovane e seducente, un’esperienza sensoriale sorprendente e convincente: ecco cosa attende chi stappa e degusta uno spumante della linea Epsilon di Cà di Rajo.
Epsilon Wine Pinot Grigio è un delicato spumante rosè extra dry profumato di frutta bianca e petali di rose, ha un gusto sapido e armonioso, e un finale gradevolmente speziato.
Eccellente come aperitivo, soave con il pesce, emozionante con il cioccolato fondente.

Disponibilità: Disponibile a casa tua in 2 gg lavorativi. Spedizione GRATIS per ordini superiori a 89€.

11,20 €
Il prodotto è disponibile per un ordine pari o superiore a 6 bottiglie.

Ulteriori informazioni

Regione Veneto
Formato 0,75 LT
Anno s.a.
Gradazione 11,50%
Temperatura Servizio 6-8 gradi
Tempo Conservazione Fino a 6 anni
Vinificazione Pressatura molto soffice, tecnica di spumantizzazione: Charmat lungo, maturazione 30 giorni prima della commercializzazione.
Uvaggio 100% Pinot Grigio
Premi
Abbinamento Aperitivo, pesce, crostacei e frutti di mare, cioccolata fondente.
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Quality
Value
Price
Simone, Alessio e Fabio Cecchetto sono i tre giovani titolari di Ca’ di Rajo, azienda agricola ubicata a Rai di San Polo di Piave, in provincia di Treviso. I tre fratelli portano avanti con competenza e determinazione l’attività fondata dal nonno, ed anche la sua battaglia in difesa della bellussera, antico metodo di coltivazione della vite che fu ideato nella zona di Treviso dai fratelli Bellussi a fine ottocento per contrastare il flagello della peronospera. Si tratta un sistema a raggi che si sviluppa a circa tre metri di altezza da terra, in cui i filari ricamano il terreno come un merletto e formano un decorativo monumento naturale. Metodo molto sostenibile, pur se economicamente impegnativo e per questo praticamente in via di estinzione. Cà di Rajo lo difende a spada tratta e lo impiega nei quindici ettari di vigneti coltivati a Raboso del Piave, Glera, Chardonnay, Pinot Bianco, Sauvignon, Verduzzo, Merlot oltre al Manzoni Rosa 1.50 creato dal prof. Manzoni dall’impollinazione tra Traminer e Trebbiano, rarissimo autoctono che solo tre cantine producono e solo Cà di Rajo spumantizza. All’interno della tenuta troviamo la trecentesca chiesetta del Carmine e laTorre di Rai risalente al decimo secolo. Radici antiche e profonde tengono ben salda questa azienda dallo stile dinamico e contemporaneo, e costituisc

Spesso comprati insieme