ORDINI E ASSISTENZA
+39 379 1190202
Carrello0Item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.
Precedente

Barbaresco Gallina DOCG 2012 – Oddero

Precedente

Rosso di Montalcino DOC 2017 – Pietroso

Brunello di Montalcino DOCG 2011 – Pietroso

Pietroso

Disponibilità: Disponibile a casa tua in 2 gg lavorativi. Spedizione GRATIS per ordini superiori a 89€.

Solo 1 rimasti

Prezzo di listino: 55,00 €

Special Price 47,10 €

Breve descrizione

Il primo Brunello di Pietroso è stato prodotto nel 1978, con il cento per cento di uve Sangiovese Grosso, e rimane il vino di punta dell'azienda.
E' il risultato di un'estrema attenzione in vigna, che produce settanta quintali per ettaro di preziose uve Sangiovese.
Per esprimere al meglio il territorio e valorizzare al massimo il vino, in cantina la fermentazione è condotta con lieviti indigeni, l'affinamento avviene in botti di rovere per tre anni, e prosegue in bottiglia per un minimo di sei mesi.
Ci troviamo al cospetto di un grande Brunello, ottimo da bere subito, ma capace di stupire negli anni.

Disponibilità: Disponibile a casa tua in 2 gg lavorativi. Spedizione GRATIS per ordini superiori a 89€.

Solo 1 rimasti

Prezzo di listino: 55,00 €

Special Price 47,10 €

Ulteriori informazioni

Regione Toscana
Formato 0,75 LT
Anno 2011
Gradazione 15,00%
Temperatura Servizio 18-20 gradi
Tempo Conservazione Fino a 30 anni
Vinificazione Fermentazione spontanea con lieviti indigeni, macerazione a 30 gradi per circa 20 giorni con frequenti rimontaggi e follature. Maturazione per 3 anni in botti di rovere da 30 hl e 6 mesi in bottiglia
Uvaggio 100% Sangiovese
Premi 3 bicchieri gambero rosso
Abbinamento Carni rosse, fiorentina, selvaggina e formaggi stagionati.
  1. Recensisci per primo questo prodotto

Scrivi la tua recensione

Come consideri questo prodotto? *

  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Quality
Value
Price
L'azienda Pietroso nasce a Montalcino negli anni 70, per opera di Domenico Berni. Il nome “Pietroso” si ispira alla contrada “El Petroso", così chiamata per i suoi terreni rocciosi, e coltivata a vigneto già nel 1300. Oggi l'azienda è condotta dal nipote Gianni Pignattai, insieme alla sua famiglia e alle preziose consulenze di Alex Dondi per la parte enologica, e di Federico Becarelli per quella agronomica. Gli ettari vitati sono pochi, solo cinque, ma di estrema qualità, situati tra trecentocinquanta e cinquecento metri di altitudine su terreni sassosi. I vini e l'impostazione dell'azienda sono di stile classico, dove tutto si gioca sulla finezza e sull'eleganza, piuttosto che sulla struttura.

Spesso comprati insieme