Amarone della Valpolicella DOCG Pietro Dal Cero 2018

Sconto 8%

Disponibile e spedito a casa tua in 24-48 ore
Solo 15 rimasto/i
Disponibilità : Immediata
Uvaggio : corvina, corvinone, rondinella, croatina
Gradazione : 16,00%
Anno : 2018
Formato : 0,75 LT
Temperatura Servizio : 18-20 gradi
Ordina per telefono

Premi: Gambero rosso: 2 bicchieri

Regione: Veneto

Formato: 0,75 LT

Anno: 2018

Gradazione: 16,00%

Temperatura Servizio: 18-20 gradi

Tempo Conservazione: Fino a 20 anni

Vinificazione: Appassimento in casetta quattro mesi, macerazione in acciaio con contatto prolungato, maturazione in barriques per ventiquattro mesi, seguiti da dodici mesi in acciaio e ventiquattro in bottiglia.

Uvaggio: corvina, corvinone, rondinella, croatina

Abbinamento: brasati e stracotti, selvaggina, formaggi stagionati

Solfiti: Contiene solfiti

Sede cantina: Via Frati, 22, 25019 Sirmione BS

Igino, Gian Franco e Anna Maria Dal Cero rievocano le origini veronesi della loro famiglia e dedicano al padre Pietro il vino veronese più famoso al mondo, creando un amarone di altissima qualità, come tutti i vini prodotti da questa storica azienda gardesana. Le uve corvina, corvinone, rondinella e croatina, provenienti dai vigneti di Pian di Castagnè e Luxinum in Valpolicella, vengono appassite quattro mesi in cassette, quindi macerate in acciaio con contatto prolungato. Seguono ventiquattro mesi di maturazione in barriques, dodici mesi in acciaio, e un affinamento di almeno due anni in bottiglia prima della commercializzazione. Il metodo e la maestria Cà dei Frati firmano un amarone dai prorompenti profumi di frutti, spezie, fiori e cacao, dal gusto fine e persistente, con note balsamiche e morbidi tannini, adatto per accompagnare grandi piatti o anche momenti di relax e meditazione.

La nascita di Cà dei Frati risale al 1939, quando Felice Dal Cero si trasferisce dal veronese in Lugana di Sirmione, nell’antica “casa con cantina” chiamata “luogo dei fratti”, perché in passato di proprietà della Curia Vescovile. La famiglia Dal Cero, ieri con Felice e il figlio Pietro, oggi con la moglie di quest'ultimo e i figli Igino, Gian Franco ed Anna Maria, è giunta alla quarta generazione e gestisce l'azienda con immutata passione e determinazione. Cà dei Frati ha contribuito in maniera determinante al successo dei vini del Lago di Garda, intuendo fin da subito l’alta vocazione vitivinicola di questa zona. I vini di Cà dei Frati provengono da vigneti di proprietà coltivati in località Lugana di Sirmione e attorno alla torre di San Martino della Battaglia. Agli inizi degli anni duemila, si sono aggiunti undici ettari in Valpolicella sul Pian di Castagnè nel vigneto Luxinum dove nasce l'Amarone Pietro Dal Cero.