Amarone della Valpolicella Classico DOCG Il Fornetto MAGNUM 1,5 lt Cassa Legno 2012 - Accordini Stefano

162,00 €
Disponibile e spedito a casa tua in 24-48 ore
Solo 18 rimasto/i

Scheda prodotto

Scheda prodotto
Regione Veneto
Formato 1,50 LT
Anno 2012
Gradazione 16,50%
Temperatura Servizio 16 - 18 gradi
Tempo Conservazione Fino a 30 anni
Vinificazione Solo nelle annate favorevoli le migliori uve vengono fatte apassire fruttaio per 120 giorni, Pigiatura, macerazione lunga e fermentazione alcolica che si protrae per circa un mese. Maturazione per quattro anni in barrique di rovere, dove si completa la fermentazione malolattica. Affinamento in bottiglia per almeno un anno.
Uvaggio 55% Corvina Veronese 35%, Corvinone, 10% Rondinella
Premi Decanter: Medaglia d'Argento, Veronelli: Super 3 Stelle, Bibenda: 5 Grappoli.
Abbinamento Grande vino da meditazione, da solo o con cioccolato fondente, a tavola con carni rosse, selvaggina, formaggi di qualità.
Solfiti Contiene solfiti
Sede cantina Località Camparol 10, Fumane (VR)
Altre curiosità
Solo le annate migliori vedono nascere la creatura più rara e preziosa della cantina Accordini: l’Amarone della Valpolicella Classico DOCG Il Fornetto. Le uve provengono dal vigneto Il Fornetto, piantato oltre quarant’anni fa da Stefano Accordini, figlio del capostipite Gaetano, che un secolo fa coltivava vigneti e produceva vino come mezzadro. Il lento appassimento dei grappoli in fruttaio, la lunga vinificazione, il paziente affinamento del vino in barrique e poi in bottiglia, fanno dell’Amarone il Fornetto un vino di singolare eleganza, longevità, armonia e persistenza. La bottiglia Magnum custodita in cassa legno diventa un dono bellissimo, da regalare e da ricevere.
Descrizione produttore
Coltivare uve in alta collina per ottenere vini dai caratteri unici e riconoscibili: questa la mission di Accordini, la cantina più alta della Valpolicella Classica. L’azienda, che affonda le radici ai primi del 900, è oggi giunta alla quarta generazione: Giacomo, Paolo e Marco sono i nipoti di Stefano Accordini, il quale realizzò il sogno di fondare la cantina seguendo le orme del padre Gaetano, che agli inizi del secolo scorso, produceva vino come mezzadro. Mossi da grande passione e supportati dai famigliari e da un team preparatissimo, coltivano le varietà autoctone Corvina, Corvinone e Rondinella secondo le moderne regole dell’agricoltura biologica, in 25 ettari di splendidi vigneti posti fino a seicento metri di altitudine, dove il clima mite e le forti escursioni termiche guidano la maturazione delle uve e favoriscono la formazione di sostanze coloranti e aromatiche, in particolare le note speziate, che caratterizzano e rendono inconfondibili i vini Accordini.